Home Articoli Blog Droni, SAPR, APR, UAS – Acronimi & Termini

Droni, SAPR, APR, UAS – Acronimi & Termini

by Fabio Affortunato
Droni acronimi e termini di uso corrente
Reading time / Tempo lettura : 17 minutes / minuti

Aggiornamento:

Un nuovo eBook con oltre 200 termini e acronimi relativi ai Droni-UAS, dettagliatamente descritti, è disponibile per il download. Consultare il seguente post “Droni-UAS Acronimi & Termini – Nuovo eBook aggiornato“.

Droni, SAPR APR, UAV – Glossario acronimi e termini

Il presente articolo descrive gli acronimi e i termini usati nell’ambito dei droni, SAPR, APR e UAV e delle tecnologie ad essi collegate.

Per ciascun acronimo-termine si è cercato di fornire una spiegazione il più possibile completa ed esaustiva

Il contenuto del presente articolo è scaricabile gratuitamente come eBook-guida in formato pdf al seguente link.

Gli acronimi sono riportati in ordine alfabetico.

Acronimi & Termini Droni-UAS

A

A – classe spazio aereoSpazio aereo controllato. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): non consentito.

AC – Aree Congestionate – Aree, agglomerati, zone residenziali, industriali, commerciali, etc. dove possono verificarsi assembramenti temporanei o continuati di persone.

ACU – Airspace Coordination Unit – Acronimo utilizzato per indicare il  nucleo di coordinamento operativo per l’uso dello spazio aereo a carattere temporaneo.

ADFAutomatic Direction Finder – Acronimo utilizzato per identificare uno strumento dotato di antenna per la ricezione e interpretazione di segnali emessi da stazioni a terra NDB (Non-Directional Beacon). Fornisce la direzione e il verso di provenienza del segnale e indica la posizione della stazione emittente.

AEB – Auto Exposure Bracketing – Indica la funzione che permette di effettuare più scatti variando automaticamente l’esposizione.

AFIUAerodrome Flight Informtaion Unit – Acronimo ente ATS di un aeroporto non controllato e impossibilitato ad emettere autorizzazioni.

AFIS – Aerodrome Flight Information Service – Acronimo per il servizio informazioni al volo dell’aerodromo.

AGL – Above Ground Level – Acronimo utilizzato per indicare la quota sopra il livello del terreno.

AIP Aeronautical Information Publication – Pubblicazione ENAV contenente tutte le informazioni aeronautiche di carattere durevole essenziali per la navigazione aerea.

ALTAltitude – Altitudine.

Ala fissa – Termine usato per identificare quei droni dotati di ali simili a quelle degli aerei e normalmente dotati di una sola elica che fornisce la spinta per il volo. I droni ad ala rotante vengono anche identificati con la sigla Ap (AirPlane).

Ala rotante – Il termine identifica quei droni dotati di quattro o più eliche le quali forniscono la spinta necessaria per volare. I droni ad ala rotante vengono anche identificati con la sigla MC (Multicopter).

ALS – Alerting Service –  Servizio di allarme del traffico aereo.

Altitudine minima – Identifica nello spazio verticale la minima altezza di un velivolo.

AMC – Acceptable Means of Compliance – Acronimo usato per indicare standard non vincolanti adottati da EASA gli standard editi da EASA per la conformità attraverso i regolamenti europei.

AMSL –  Above Mean Sea Level – Acronimo utilizzato per indicare la quota sul livello medio del mare.

ANSAir Navigation Services – Servizi di navigazione aerea.

ANSV – Agenzia Nazionale Sicurezza del Volo – Acronimo utilizzato per indicare l’Agenzia Nazionale Italiana di Sicurezza al Volo deputata alle inchieste e alla sicurezza dell’aviazione civile dello Stato italiano.

Ap – AirPlane acronimo utilizzato per identificare un SAPR ad ala fissa. In questo tipo di velivolo, una o più eliche assicurano il volo (movimento) e in combinazioni con le ali generano la “portanza”.

APR – Aeromobile a Pilotaggio Remoto – Acronimo  italiano utilizzato per indicare i droni-UAS. Per maggiori informazioni leggi articolo significato SAPR, APR, UAV, UAS, sUAS.

ARF – Almost Ready to Fly – Il termine è utilizzato per identificare quei che necessitano di montaggio o mancano di componenti/accessori tipo il controller di volo per poter volare.

ARPAerodrome Reference Point – Acronimo utilizzato per indicare il punto di riferimento aeroportuale, ovvero la posizione geografica designata di un aeroporto, come stabilito da ENAC e pubblicato in AIP Italia.

Area di buffer – Indica l’area intorno a quella delle operazioni, definita per garantire i livelli di
sicurezza in relazione al tipo di operazione. Le dimensioni dell’area di buffer dipendono dal comportamento dell’UAS in caso di avaria-malfunzionamento.

Area di terra controllata –  E’ l’area di terra in cui viene utilizzato l’UAS, all’interno della quale l’operatore garantisce la sola presenza delle persone coinvolte nelle operazioni.

Assembramento/i –  Indica raduni di persone che non sono in grado di disperdersi rapidamente a
causa della densità dei presenti.

As – Aerostate – Acronimo utilizzato per identificare i dirigibili. Il dirigibile, è composto da un involucro riempito da gas leggeri e da eliche per il movimento.

ATC  – Air Traffic Control – Area sottoposta al controllo del traffico areo.

ATM – Air Traffic ManagementArea sottoposta alla gestione del traffico aereo.

ATOApproved Training Organization – Organizzazioni di Addestramento al Volo (che, secondo il Regolamento Europeo 1178 e i suoi emendamenti, impartiscono l’addestramento per il conseguimento della licenza di pilota privato e delle licenze professionali.

ATS – Air Traffic ServiceServizi erogati al traffico aereo da un fornitore di servizi di navigazione aerea per la sicurezza e la regolarità del traffico aereo.

ATZ – Aerodrome Traffic Zone Indica una zona di traffico di aeroporto, interdetta al volo con i droni.

Autonomia di volo – Indica il tempo di volo del drone-UAS con un pacco di batterie. La durata è espressa in minuti. L’acronimo inglese analogo è il Flight Time.

B

B – classe spazio aereoSpazio aereo controllato. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

Batteria intelligente – Batterie LiPo che consento tempi di ricarica più brevi e più autonomia.

Beccheggio – Movimento lungo l’asse trasversale, con la “testa” del drone-UAS che fa su e giù rispetto al proprio baricentro.

BNF – Bind aNd Fly – Ovvero droni da collegare per poter volare. Con questa denominazione si indicano in genere droni sprovvisti del controller di volo, che deve essere acquistato separatamente

Brushed – termine utilizzato per identificare un motore elettrico a spazzole tipicamente usato nei droni più piccoli ed economici.

Brushless – Termine con cui si identifica un motore privo di spazzole. I motori brushless hanno minor resistenza meccanica e azzeramento del rischio di scintille e quindi incendio.

BVLOS – Beyond Visual Line Of Sight– Indica l’area d’operazione di un drone, abbastanza lontana dal pilota, per cui questi perde il contatto visivo con il drone stesso. Le operazioni BVLOS assume un carattere critico.

C

C – classe spazio aereoSpazio aereo controllato. Presente nelle ATZ e CTR di alcuni aeroporti. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

CATClear Air Turbolence – Turbolenza che si verifica in assenza di fenomeni visibili come le nuvole.

Centralina di volo – E’ una delle componenti più importanti del drone. Viene anche chiamata Flight Controller.

Centraggio – Accoppiamento e messa a punto degli assi di rotazione di due pezzi meccanici del drone-UAS.

Controllo remoto – Dispositivo per il controllo del volo del drone-UAS. Può essere uno smartphone o un radiocomando con schermo integrato.

Classe – Con classe “XYZ” si intende la dimensione diagonale del drone. Per un drone classe 300 la diagonale misurerà 300 mm.

Certified categoryCategoria certificata – E’ una delle categorie definite nel regolamento EASA di esecuzione EU 2019/947. Definisce quindi una categoria di droni che debbono soddisfare specifici requisiti.

CTAControl Area – E’ uno spazio aereo controllato che si estende verso l’alto a partire da un livello specificato al di sopra della superficie terrestre.

CTR – Controlled Traffic Region – Spazio aereo controllato.

D

D – classe spazio aereoSpazio aereo controllato. Presente in tutte le aerovie livello di volo 115 e nei CTR di alcuni aeroporti. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

DDanger Area – Zona pericolosa è uno spazio aereo di definite dimensioni entro il quale possono svolgersi, in determinati orari, attività con droni-UAS.

D&A – Detect & Avoid – Capacità del pilota di evitare collisioni con veicoli ed aeromobili, condizioni critiche anche tramite l’uso di sistemi ausiliari.

D-Flight – Portale dedicato agli operatori UAS per la fornitura dei servizi di registrazione,
geo-consapevolezza, identificazione a distanza e pubblicazione delle informazioni sulle
zone geografiche.

Distanza massima – Indica la massima distanza raggiungibile dal drone mantenuto con volo manuale attraverso il radiocomando. E’ espressa in metri o Km. Indica anche il massimo range del radiocomando.

DIY – Do It Yourself – Il termine è usato per indicare quei droni che necessitano di essere assemblati prima di poter volare. L’acronimo è utilizzato anche per identificare un componente del drone che può essere acquistato singolarmente.

DOADesign Organization Approval – Certificazione relativa alle aziende di progettazione in ambito aeronautico.

Drone multirotore – Drone-UAS con più bracci (tre-quattro-sei-otto) ed eliche.

E

E – classe spazio aereoSpazio aereo controllato limitatamente ai voli IFR. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

EASAEuropean Aviation Saftey Agency – Agenzia Europea per la sicurezza aerea – emette linee guida – Opinion la cui approvazione spetta al parlamento europeo.

EGNOSEuropean Geostationary Navigation Overlay System – Sistema geostazionario europeo di navigazione di sovrapposizione costituito da un sistema di satelliti e basi terrestri, per incrementare l’accuratezza e l’integrità dei dati del sistema GPS per applicazioni critiche come l’aeronavigazione.

Elica – Parte del drone-UAS che riceve moto meccanico dai rotori per generare portanza e far volare il mezzo. Ne esistono di due tipi: destrorse e sinistrorse. 

Elica a passo variabile – Elica le cui pale si possono far ruotate attorno al proprio asse longitudinale in modo da cambiarne il passo.

ENACEnte Nazionale per l’Aviazione Civile.

ENAVEnte Nazionale Assistenza al Volo.

Esacottoero – Drone-UAS a sei eliche e sei rotori.

ESC – Electronic Speed Controller– Indica il quel componente elettronico in grado di garantire il corretto funzionamento dei motori del drone.

EVLOS Extended Visual Line Of Sight – Identifica le operazioni condotte in aree, le cui dimensioni superano i limiti delle condizioni del volo a vista. Le operazioni effettuate in EVLOS intendono sempre il mantenimento del contatto visivo con il drone attraverso l’uso di dispositivi.

F

F – classe spazio aereoSpazio aereo non controllato. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

F.A.A. – Federal Aviation Administration – Il Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti d’America, che ha l’autorità di regolare e supervisionare tutti gli aspetti dell’aviazione civile americana inclusi i droni.

FIRFlight Information Region – Spazio aereo di determinate dimensioni, entro cui
vengono forniti il Servizio Informazioni Volo (FIS) e il servizio di allarme (ALS – Alerting
Service). La FIR è uno spazio aereo non controllato. La FIR parte dal suolo e si estende fino a FL 195.

FISFlight Information Service – Servizio il cui scopo è fornire informazioni utili per una sicura ed efficiente condotta dei voli presso alcuni aerodromi non controllati.

Firmware – Software di controllo e gestione di un dispositivo (drone e/o radiocomando).

Flag/s – Termine inglese utilizzato per indicare le bandiere, parti integranti dei circuiti di racing, che delimitano alcuni tratti del circuito di gara.

FLFlight Level – Indica il livello di volo indica (ovvero quota) alla quale un aeromobile o un drone-UAS sta volando rispetto a un immaginario e ideale livello medio del mare.

Flight controller – È la centralina di bordo che rappresenta il sistema di autopilotaggio del drone. Questa elabora i dati di volo e si occupa, di mantenere il multicottero “in equilibrio” durante il volo. Per funzionare, si interfaccia all’unità IMU.

Flight Time – Tempo di volo (durata) del drone con un pacco di batteria normalmente espresso in minuti.

Follow Me – Modalità di funzionamento di volo di un UAS in cui l’aeromobile segue il pilota remoto.

Fotogrammetria – Tecnica  di rilievo che utilizza l’analisi di fotogrammi per acquisire dati metrici, come forma e posizione, di un determinato oggetto.

FPV – First Person View – Si riferisce al pilotaggio di un drone attraverso la visuale diretta data dalla videocamera attraverso speciali visori. Il volo FPV è usato prevalentemente/esclusivamente per il pilotaggio di droni da competizione. È un accessorio ammesso nelle gare di droni.

Frame – Indica la parte strutturale del telaio di un drone.

G

G – classe spazio aereoSpazio aereo non controllato. Volo secondo le Regole del volo strumentale (IFR – Instrumental Flight Rules): consentito.  Volo secondo le Regole del volo a vista (VFR – Visual Flight Rules): consentito.

Gates – Termine inglese utilizzato per indicare una porta di forma semicircolare o ad arco, parte integrante dei circuiti di racing, attraverso cui in velocità passano i droni da competizione.

GCGround Control – Indica il sistema di controllo del drone ovvero il radiocomando. In alcuni casi è utilizzata per indicare il complesso del radiocomando, laptop, antenna etc. Talvolta l’insieme delle apparecchiature è indicato come GSC.

GCS Ground Control Station – Acronimo utilizzato per identificare la stazione di controllo a terra del drone-UAS. E’ equivalente all’acronimo GS.

GDPRGeneral Data Protection RegulationRegolamento Generale sulla Protezione dei Dati. Si applica alle immagini catturate dai droni.

Geo-consapevolezza – Funzione che rileva potenziali violazioni delle limitazioni dello
spazio aereo e invia un segnale di allarme al pilota remoto, affinché possa adottare
misure immediate ed efficaci per evitare tale violazione.

Gimbal – Sistema di stabilizzazione della fotocamera/videocamera. Serve a eliminare tremolio, vibrazioni e sbalzi durante la ripresa in volo con il drone.

Giroscopio – Dispositivo presente nella maggior di smartphone. Il giroscopio tende a mantenere il suo asse di rotazione orientato in una direzione fissa. Attraverso il giroscopio è possibile capire l’inclinazione di un corpo, quindi anche di un drone.

GLONASSGlobal Orbiting Navigation Satellite System – Sistema russo satellitare orbitante globale di navigazione. Utilizzato anche da svariati tipi di droni-UAS per il volo ed il posizionamento rispetto alle No Fly Zone.

GMTGreenwich Mean Time – E’ la sigla che identifica l’orario di riferimento quello del meridiano di Greenwich.

GND GroundAcronimo inglese utilizzato per identificare il suolo o terreno.

GNSSGlobal Navigation Satellite System – Sistema satellitare a copertura globale europeo.

GPS – Global Positioning System – Sistema satellitare di posizionamento a livello globale. Molti tipi di droni utilizzano il GPS per il volo ed il posizionamento rispetto alle No Fly Zone.

GSGround Speed – Acronimo inglese utilizzato per identificare la velocità al suolo.

H

H – HeavyClasse specifica per mezzi APR con peso al decollo maggiore dei 25 Kg.

Hc – HeliCopter – Acronimo utilizzato per identificare gli elicotteri (aeromodello). In questo caso il volo è assicurato dalla azione combinata dei rotori (principale e di coda).

Hop/s – Termine inglese utilizzato per indicare anelli circolari, parti integranti dei circuiti di drone racing, attraverso cui in velocità passano i droni da competizione.

Hovering – Identifica il volo a velocità nulla e quota costante di un drone. Consiste nello stazionamento in volo ad una quota (altitudine) fissa.

HP  – Home Point – Punto per il ritorno automatico del drone in caso di perdita del segnale radio attivabile manualmente dal pilota.

HRPHeliport Reference Point – Punto di riferimento di eliporto.

I

IATAInternational Air Transport Association – Associazione internazionale per il trasporto aereo.

ICAOInternational Civil Aviation Organization – Agenzia delle Nazioni Unite che definisce le regole e le tecniche della navigazione aera a livello internazionale.

IFRInstrumental Flight Rules – Insieme delle regole necessarie e sufficienti per il volo strumentale di un aeromobile/drone.

Imbardata – Movimento che compie il drone-UAS attorno al proprio asse verticale, ovvero il movimento che fa la testa del drone verso destra o sinistra.

Indoor – Spazio confinato all’interno di luoghi chiusi.

Interasse – Distanza tra due assi paralleli. Per i droni, solitamente l’interasse è la distanza tra gli assi passanti per i motori e perpendicolari al suolo.

ILSInstrument Landing System – Acronimo utilizzato per identificare il  sistema di atterraggio strumentale di terra e di bordo ideato per guidare gli aeromobili nella fase finale di un avvicinamento strumentale di precisione verso la pista di un aeroporto.

IMUInertial Measurement Unit – È un insieme di componenti elettroniche che sono fondamentali per il funzionamento del drone. Questa parte può includere: antenne GPS, giroscopi, accelerometri, barometri, strumenti di misurazioni inerziali, etc., che permettono al Flight Controller di migliorare la risposta alle improvvise variazioni dei fattori che influiscono sul volo.

Indoor – Spazio confinato all’interno di luoghi chiusi, talvolta utilizzato per gare di droni al chiuso. Per lo svolgimento di gare di droni gli spazi indoor devono avere caratteristiche ben precise.

ISAInternational Standard Atmosphere – l’insieme degli standard utilizzati per la taratura degli strumenti a livello del mare.

J

JARUS  – Joint Authorities for Rulemaking on Unmanned Systems – JARUS è un ente che raccomanda i requisiti tecnici, di sicurezza e operativi per integrare in sicurezza i sistemi di aeromobili senza pilota (UAS) nell’aviazione. Fornisce materiale guida per facilitare ogni autorità a scrivere i propri requisiti. JARUS ha 65 organizzazioni membri, 63 paesi, oltre a EASA ed EUROCONTROL.

K

KPIs – Key Performance Indicators – Indicano i parametri chiave utilizzati per la valutazione delle performance (prestazioni) di un sistema. 4mydrone per prima al mondo, ha definito un set di KPIs per le prestazioni di un drone.

KTSKnots – Acronimo inglese per indicare la misura della velocità in nodi. 1 nodo = 1,852 km/h.

KMKilometers – Acronimo utilizzato per indicare la distanza. E’ un multiplo del metro. 1 km = 1000 metri.

KWKilowatts – Unità di misura di potenza.

L

L – Light, classe specifica in cui rientravano tutti i mezzi APR con peso al decollo compreso tra i 4 Kg. e i 25 Kg.

Laps counter – Termine inglese utilizzato per indicare dispositivi elettronici, parti integranti dei circuiti di racing, in grado di contare il numero di giri effettuati dal drone in un circuito di racing.

Launch/Landing pad – Termine inglese utilizzato per indicare le basi di decollo/atterraggio dei droni. Possono far parte dei circuiti di racing. Normalmente sono utilizzate per far decollare/atterrare il drone evitando di farlo entrare in contatto con erba o con il suolo.

LED – Luci utilizzate dai droni. Di colore rosso e verde indicano la posteriore o la anteriore (prua) del drone.

LIDAR – Light Detection And Ranging È un sistema di rilevamento tramite impulso laser, che permette di determinare la distanza di un oggetto o di una superficie. I dispositivi LIDAR sono implementati sui droni professionali per lo svolgimento di attività specifiche.

LI.PO. – Lithium Polymer – Sono una particolare tipologia di batteria ricaricabile che fa parte del mondo RC, in particolare per i multicotteri (droni). Le batterie Li.Po. sono la ragione principale per cui il volo elettrico è una soluzione molto più valida rispetto al volo con combustione.

LOS – Line Of Sight – In ambito droni il LOS è la visuale di volo del drone la visione diretta.

LUCLight Uas Operator Certificate – Acronimo utilizzato per indicare il certificato rilasciato ad alcuni piloti di droni per alcune operazioni specifiche.

M

Mc – MultiCopter – acronimo che identifica l’UAS, ovvero il drone per come lo si intende oggi.  Nel drone le eliche (che sono anche le ali), assicurano la portanza, ovvero il volo del drone.

Merci pericolose – Beni, articoli o sostanze in grado di costituire un rischio per la salute, la
sicurezza, i beni materiali o l’ambiente in caso di incidente. I droni -UAS non possono trasportare merci pericolose.

MOD – Massa Operativa al Decollo – Acronimo italiano utilizzato per identificare il peso del drone-UAS al decollo comprensivo di batterie, para-eliche, payload, etc. E’ l’equivalente italiano dell’acronimo MTOM.

Mode – Configurazioni possibili degli stick dei radiocomandi. Le 4 configurazioni possibili degli stick per il controllo di volo primari sono: accelerazione, beccheggio, rollio e imbardata.

MTOMMaximum Take Off Mass – Acronimo inglese utilizzato per identificare ovvero la massa massima al decollo del drone, incluso il payload (camera o sensore), le batterie o il carburante. E’ l’equivalente del termine italiano MOD – Massa Operativa al Decollo.

MTOWMax Take-Off Weight – o anche MTOM, maximum take-off mass, indica il peso massimo di un aeromobile al decollo. In termini aeronautici quindi il peso da non superare così da evitare potenziali danni strutturali e una diminuzione delle prestazioni del velivolo nella fase di decollo.

Motors – Termine che indica i motori dei droni. Questi possono essere anche brushless.

N

NFZNo-Fly Zone – Acronimo utilizzato per l’indicazione di una zona in cui non è consentito volare con il drone.

NMNautical Mile – Acronimo utilizzato per indicare un miglio nautico. 1 miglio nautico = 1,852 km.

NOF  – Notam Office – Ufficio Notam.

NOTAMNotice To Airmen – Messaggio destinato agli operatori dell’aria. E’ un avviso contenete informazioni per i piloti di potenziali pericoli lungo una rotta di volo o in un luogo che potrebbe
compromettere la sicurezza del volo.

O

OATOutside Air Temperature – Temperatura esterna dell’aria.

OEVOperatore EVLOS – Operatore UAS abilitato al volo E-VLOS.

Open category – Categoria aperta è una delle categorie definite nel regolamento EASA di esecuzione EU 2019/947. Definisce quindi una categoria di droni che debbono soddisfare specifici requisiti.

Operatore UAS – figura professionale che si assume le responsabilità che derivano dalla norme in vigore.  L’operatore SAPR è quindi l’imprenditore o il datore di lavoro che come figura giuridica si assume tutte le responsabilità e i rischi derivanti dalle attività. In altre parole l’operatore SAPR, è l’imprenditore ovvero colui che esercita un attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni e servizi con altri soggetti.

Operazione Critica – Indica quel tipo di operazione che non rispetta, anche in parte, le limitazioni imposte alle operazioni non critiche. Per maggiori dettagli vedere la regolamentazione ENAC sulle operazioni critiche.

Operazione Non Critica – Indica quel tipo di operazione condotta in VLOS e che non prevede il sorvolo, di assembramenti di persone, agglomerati urbani e infrastrutture sensibili. Per maggiori dettagli vedere la regolamentazione ENAC sulle operazioni non critiche.

OSOperazioni Specializzate – Operazioni specializzate con i droni-UAS.

OSD – On Screen Display – È la visualizzazione sul radio controller dei dati di volo inviati dal drone (telemetria).

OSSOsservatore UAS – Persona designata dal pilota ad assistere anche attraverso l’osservazione visiva, durante il pilotaggio del UAS.

Osservatore UAS – Persona designata dal pilota ad assistere anche attraverso l’osservazione visiva, durante il pilotaggio del UAS.

P

PProhibited Area – Zona vietata al volo di droni-UAS.

Payload – In ambito aeronautico viene identificato come il carico pagante, ed indica il peso complessivo che il velivolo deve sollevare dal terreno, dato dalla somma del peso del velivolo stesso (telaio, componenti elettriche, etc.) e da eventuali carichi presenti. Nell’ambito dei droni con il termine payload si identifica il sensore, la macchina fotografica o un altro dispositivo aggiunto al drone per svolgere uno specifica attività.

Paraelica – È la protezione per l’elica del drone. In caso di urto del drone con un oggetto, la funzione assolta dal paraelica è quella di evitare il danneggiamento dell’elica e conseguentemente del motore.

Persone non coinvolte – Persone estranee all’operazione con il drone-UAS, che non sono
a conoscenza delle istruzioni e delle precauzioni di sicurezza fornite dall’operatore UAS.

Pilota APR – figura professionale, in possesso attestato per Operazioni non Critiche, ovvero per Operazioni critiche CRO, responsabile del pilotaggio remoto dell’APR ovvero del drone. Il pilota dell’APR è dunque colui che ha la piena responsabilità del volo e della sicurezza dello stesso.

Pilota remoto – Persona responsabile della condotta dil volo degli UAS che manovra manualmente i comandi di volo, o ne controlla la rotta mantenendosi in condizione vigile, in grado di modificare la stessa in qualsiasi momento/situazione.

Pilotaggio remoto – Pilotaggio di un mezzo che avviene a distanza tramite un radio controllo che sfrutta la propagazione delle onde emesse dall’antenna per impartire i comandi al mezzo stesso. E’ proprio dei droni -UAS.

PNP – PlugaNd-Play – Droni dotati di tutto il necessario ad eccezione di un trasmettitore, una batteria del ricevitore e un caricabatteria. Contiene servi, motore ed ESC.

Propellers: L’identificativo inglese delle eliche che assicurano il volo del drone. Sono montate sui motori.

Portanza  – Componente della forza aerodinamica globale, ed è calcolata in direzione perpendicolare alla direzione del vento. Nel caso di mezzi aerei, la portanza è generata anche dal moto delle pale dei rotori. Si tratta della forza che permette il sostentamento in volo di un velivolo, quando essa è maggiore o uguale alla forza peso.

Power backup – Termine inglese indicato per i sistemi ausiliari di erogazione di energia elettrica.

Q

Quota minima di ricezione – Altitudine minima alla quale un drone-UAS è assicurato che riceva i segnali di navigazione.

R

RRestricted Area – Zona regolamentata al volo dei droni-UAS.

RAIT – Regole dell’Aria Italia – Insieme delle regole di circolazione che stabiliscono come il pilota debba regolarsi nella condotta del volo.

RC – Radio Control o Radio Controller– È il dispositivo radio di controllo di droni, aereo modelli ed altro. Il radio controller è dunque quel dispositivo con cui si comanda il volo del drone e che in alcuni casi può essere collegato ad uno smaprtphone o ad un tablet.

Resistenza max velocità del vento – Massima velocità del vento supportata dal drone durante il volo. La conoscenza della max velocità del vento sopportata dal drone è fondamentale per lo svolgimento delle operazioni e per il manuale di volo.

Riserva di spazio aereo – Volume definito di spazio aereo temporaneamente riservato
all’uso esclusivo o specifico di determinate categorie di utenti, inclusi gli operatori di droni-UAS.

RPS – Remote Pilot Station – Acronimo utilizzato per indicare il radiocomando. Equivalente di GC o GCS.

Rollio – E’ il movimento compiuto dal drone-UAS sul proprio asse longitudinale, che va dalla parte anteriore a quella posteriore attraverso il baricentro.

Rotore – Il rotore è un componente che gira attorno al proprio asse per generare e/o trasmettere potenza. Ben noti sono i rotori di un elicottero. In un drone il rotore è il nucleo rotante del motore elettrico.

RPARemotly Piloted Aircraft – indica la macchina (ovvero il drone) in senso stretto.  E’ l’equivalente del termine APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto).

RPAS – Remotely Piloted Aircraft System – Acronimo inglese per indicare un sistema a pilotaggio remoto. Per maggiori informazioni leggi articolo significato SAPR, APR, UAV, UAS, sUAS.

RPSRemote Pilot Station – indica il radiocomando, con cui controllare il volo del drone.

RTF – Ready To Fly – Il termine è utilizzato per identificare quei droni pronti al volo, i quali non necessitano di componenti/accessori aggiuntivi per poter volare.

RTHReturn To Home – Procedura di ritorno automatico del drone al punto di partenza in caso di perdita del segnale radio. E’ attivabile anche dal pilota attraverso il tasto presente sul radiocomando.

S

Safety – Sicurezza – Insieme di norme, e tecnologie atte a mantenere a un livello accettabile il rischio di creare danni a persone, animali e cose.

SAPR – Sistema a Pilotaggio Remoto – Acronimo italiano usato anche per indicare un drone. Indica un mezzo aereo senza persone a bordo, controllato da un pilota remoto. L’acronimo non si applica a sistemi aerei senza pilota utilizzati per scopi ricreativi e/o competizioni (drone racing). Per maggiori informazioni leggi articolo significato SAPR, APR, UAV, UAS, sUAS.

Security – Sicurezza prevenzione – Prevenzione degli atti volontari che possano mettere in
pericolo la sicurezza di persone, animali e cose, con particolare riguardo alla sicurezza
dell’aviazione civile.

Sedime aeroportuale – Insieme delle aree destinate a soddisfare le finalità del trasporto aereo.

SERA –  Standardised European Rules of the Air – SERA è il nome dato al Regolamento di esecuzione 923/2012, così come emendato da successivi atti, che stabilisce le regole dell’aria in tutta l’Unione.

Servocomando – Dispositivo munito di un motorino. Nei droni servono a ad amplificare la potenza e il movimento trasmesso da un comando a un organo meccanico.

SIGMET – Significant Metereological Information – Servizio di informazione su rilevanti fenomeni meteorologici previsti o in corso in una determinata zona.

S&A – See & Avoid – Capacità del pilota di evitare collisioni con veicoli ed aeromobili, condizioni critiche tramite visione diretta.

SORA –  Specific Operations Risk Assessment Metodologia di valutazione del rischio per stabilire che un’operazione con UAS possa essere condotta con un adeguato livello di sicurezza. Per operare nella categoria “Specifico”, in assenza di uno standard adeguato, un operatore deve preparare un’analisi dei rischi (SORA) e presentarla all’autorità competente, al fine di ottenere l’autorizzazione a operare.

Spazio aereo – Spazio (volume) in cui si svolge la navigazione aerea.

Spazio aereo controllato – Spazio aereo e aree definite all’interno delle quali viene fornito
il servizio di controllo del traffico aereo (ATC) secondo la classificazione da A (il più restrittivo) a E.

Spazio aereo non controllato – Spazio dove non viene fornito il servizio di controllo del traffico aereo (ATC) ma solo quello di allarme e informazioni.

Sensore – Il sensore è un dispositivo capace di rilevare le variazioni di una determinata grandezza per memorizzarla e/o trasmetterla ai sistemi di elaborazione. Sensori sono presente anche in droni commerciali. Normalmente con il termine sensori si indicano quei payload in grado di svolgere una funzione specifica di misura, come ad esempio i rilevatori di gas, sostanze chimiche, IR, etc.

SMSSafety Management System – Sistema per la gestione della sicurezza aerea.SNAServizi di Navigazione Aerea – Insieme di Servizi di navigazione aerea che comprendono: traffico aereo, comunicazione, navigazione e sorveglianza, servizi meteorologici per la navigazione aerea, servizi informazione aeronautica.

Spare/s – Termine inglese che indica una o più parti di ricambio di un drone. Può comprendere batterie, telaio, eliche, ESC, etc.

Specific category – Categoria specifica è una delle categorie definite nel regolamento EASA di esecuzione EU 2019/947. Definisce quindi una categoria di droni che debbono soddisfare specifici requisiti.

SRSunRise – Acronimo inglese usato per indicare l’ora relativa al sorgere del sole.

STDStandard – Standard.

sUASsmall Unmanned Aircraft System – Acronimo inglese usato per identificare i piccoli sistemi aerei integrati senza pilota. La sigla sUAS, fa riferimento quindi ai droni di piccolo peso/dimensioni.

T

TCOThird Country Operator – Operatori aerei di stati terzi.

TMA  – Terminal Control AreaLa TMA è uno spazio aereo controllato, normalmente suddiviso, sia orizzontalmente che verticalmente, in più settori, al cui interno vengono forniti l’ATC, il FIS e l’ALS da un ente denominato Area Control. La TMA viene istituita in prossimità di uno o più aeroporti (e quindi di uno o più CTR), sui quali insiste un intenso flusso di traffico.

TSA/TRA – Temporary Segregated Area/Temporary Reserved Area – Acronimi utilizzati per individuare uno spazio aereo di dimensioni definite entro il quale si svolgono attività che richiedono la riserva di spazio aereo destinato all’esclusivo uso di specifici utenti-velivoli per un determinato periodo di tempo.

TBSTo Be Seen – Acronimo inglese utilizzato per un UAS  le cui dimensioni e caratteristiche consentono di essere avvistato analoga a quelle di un aeromobile con pilota a bordo ai fini del rispetto delle regole dell’aria.

Trasmissione video – Massima distanza supportata dal protocollo di trasmissione per l’invio dell’immagini dal drone al radicomando-smartphone. Normalmente è espressa in Km.

Trasponder – Sistema elettronico presente a bordo degli aeromobili per l’identificazione dell’aeromobile e  della rotta.

U

UAUnmanned Aircraft – aeromobile senza equipaggio pilotato a distanza. E’ l’equivalente del termine APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto).

UAS – Unmanned Aerial System – acronimo inglese per sistema aereo a pilotaggio remoto. Per maggiori informazioni leggi articolo significato SAPR, APR, UAV, UAS, sUAS.

UAV – Unmanned Aerial Vehicle – Acronimo anglosassone usato per indicare un mezzo aereo a pilotaggio remoto. Per maggiori informazioni leggi articolo significato SAPR, APR, UAV, UAS, sUAS.

UIRUpper Flight Information Region – Acronimo utilizzato per identificare la Regione Superiore Informazioni Volo. In Italia la UIR è quella parte di FIR che si estende da FL 195 escluso fino alla fine dell’atmosfera terrestre.

U-SPACE – L’insieme di servizi e procedure specifiche progettate per supportare l’accesso sicuro, efficiente, automatizzato e protetto allo spazio aereo per un gran numero di droni-UAS.

UTCCoordinated Universal Time – Orario universale coordinato. E’ il fuso orario di riferimento da cui sono calcolati tutti gli altri fusi orari del mondo.

V

V70 – spazio aereo V70, che riguarda solo gli aeromodelli e non i. Lo spazio aereo V70 è infatti lo spazio aereo riservato agli aeromodelli che volano fino a d un massimo di 70 metri (A.G.L.) ed entro un raggio di 200 metri (ovvero un cilindro alto 70 metri con un diametro di 400 metri).

Velocità massima – Indica la massima velocità orizzontale raggiungibile dal drone-UAS in determinate condizione meteo. Normalmente è espressa in m/s.

Velocità massima ascendente – Indica la massima velocità di salita del drone-UAS. E’ espressa in m/s.

Velocità massima discendete – Indica la massima velocità di discesa del drone-UAS. E’ espressa in m/s.

VFR – Visual Flight Rules – Insieme delle regole necessarie e sufficienti per il volo a vista di un aeromobile/drone.

VL – Very Light – In questa classe specifica rientravano tutti i mezzi APR con peso al decollo compreso tra i 300 gr e i 4 Kg prima dell’introduzione del regolamento europeo sui droni (31 dicembre 2020).

VLOS – Visual Line Of Sight– Termine indicato per quelle operazioni con drone svolte in condizioni nelle quali il pilota rimane in sempre in contatto visivo con il mezzo drone.

VMC – Visual Meteorological Condintions – Indica le condizioni meteo per volare in condizioni di VFR.

VSP – Vertical Speed Velocità verticale.

VTOL – Vertical Take-Off and Landing– Indica un velivolo in grado di decollare e atterrare verticalmente.

W

Weight – Peso del drone-UAS espresso in grammi o kg.

WGS-84 –  World Geodetic System 1984– Sistema Geodetico Mondiale 1984

X –

Y –

Z –

Acronimi & termini Droni-UAS – Articoli correlati

Per maggiori approfondimenti circa le definizioni e acronimi usati dal regolamento europeo EASA leggi l’articolo “Droni-UAVs – Definizioni e gli acronimi per orientarsi” del Blog.

Post correlati:


Nota relativa alle immagini: L’uso delle immagini è esclusivamente ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dell’articolo. L’immagine in evidenza è stata realizzata da 4mydrone.

Torna su

Last Updated on/Ultimo aggiornamento – 29/07/2021

Related Posts

2 comments

Anon 14 Gennaio 2021 - 1:21

Sotto S e poi SAPR
“controllato da un piloto remoto”
*pilota

Occhio ai typos.

Reply
Fabio Affortunato 14 Gennaio 2021 - 15:19

Grazie! Corretto!

Reply

Leave a Comment

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per “attività strettamente necessarie”, “miglioramento dell’esperienza utente” e “misurazione”, come specificato nella Cookie policy. Sta a te decidere se accettare i cookie o rifiutarli. Potrai sempre rivedere le tue preferenze cliccando sul pulsante “Preferenze cookie” posto in basso a sinistra.