Ap Hc Mc As Droni
Reading time / Tempo lettura : 3 minutes / minuti

Droni: Vecchi termini della LIC15

La LIC15 di ENAC è la circolare base di riferimento, relativa ai Centri di Addestramento e gli Attestati pilota per i Mezzi Aerei a Pilotaggio Remota.

Nella versioni antecedenti all’attuale, che invece traguarda verso il regolamento europeo, si faceva uso di alcune terminologie relative sia a droni che alla licenze (attestato) pilota, che non hanno più senso di esistere.

Tuttavia, poiché diverse persone ricercano ancora il significato di questa terminologia obsoleta, e anche perché alcune domande per il patentino online potrebbero riguardare questi termini, è meglio attribuire un significato a ciascun acronimo.

Il contenuto del presente articolo è scaricabile gratuitamente come eBook-guida in formato pdf al seguente link.

Ap, Hc, Mc, As: significato

I quattro acronimi si riferiscono alla tipologia del mezzo aereo (drone) e non sono da confondere con al vecchia terminologia usate per le licenze dei piloti.

Ap

Ap: AirPlane, questo acronimo veniva utilizzato per identificare un SAPR (vedi Droni: Acronimi & Termini) ad ala fissa. In questo tipo di velivolo, una o più eliche assicurano il volo (movimento) e in combinazioni con le ali generano la “portanza”.

Dealir Ux11 Ag Uav Ala Fissa
Ap – Dealir UX11 Ag – Immagine tratta dal sito Delair

Hc

Hc: HeliCopter, acronimo utilizzato per identificare gli elicotteri (aeromodello). In questo caso il volo è assicurato dalla azione combinata dei rotori (principale e di coda).

Hc Helicopter
Hc – Helicopter – foto tratta da pixabay.com – libera per usi commerciali – Autore Chicklilino

Mc

Mc: MultiCopter, acronimo che identifica l’APR (vedi Droni: Acronimi & Termini), ovvero il drone per come lo si intende oggi.  Nel drone le eliche (che sono anche le ali), assicurano la portanza, ovvero il volo del drone.

Mc Drone
Mc Drone – Foto tratta da pixabay.com – libera per usi commerciali – Autore _freakware

As

As: Aerostate, acronimo utilizzato per identificare i dirigibili. Il dirigibile, è composto da un involucro riempito da gas leggeri e da eliche per il movimento.

As Aerostate Drone
As – Aerostae – Foto tratta da pixabay.com – libera per usi commerciali – Autore peggy_marco

VL, L, H: Vecchie classi pilotaggio

Analogamente agli acronimi utilizzati per distinguere, nel passato dalla LIC15, i mezzi aerei, esistevano (oggi non più),  delle sigle per identificare il tipo di licenza (classe di pilotaggio),  posseduta da un pilota.  E precisamente:

VL

VL: Very Light, in questa classe specifica rientravano tutti i mezzi APR con peso al decollo compreso tra i 300 gr e i 4 Kg.

L

L: Light, classe specifica in cui rientravano tutti i mezzi APR con peso al decollo compreso tra i 4 Kg. e i 25 Kg.

H

H: Heavy, classe specifica per mezzi APR con peso al decollo maggiore dei 25 Kg.

VL/Mc, VL/Ap, L/Mc e tutte le possibili combinazioni

Dopo aver chiarito il significato dei termini Ap, Hc, Mc e As, nonché quello delle sigle L. VL e H, vien lecito chiedersi cosa significassero la combinazione delle varie sigle. Per spiegarlo facciamo un paio di esempi, le rimanenti combinazioni saranno infatti di immediata comprensione.

Attestato VL/Mc

Secondo la vecchia LIC15, un pilota che era in possesso di una licenza VL/Mc, era quindi abilitato al volo di un mulicottero (APR ovvero drone), con una Massa Operativa al Decollo (MOD), compresa tra 300 gr. e i 4 Kg.

Attestato L/Ap

Viceversa, un pilota in possesso di licenza L/Ap, era quindi abilitato al volo di un aeroplano (inteso come drone ad ala fissa), con una Massa Operativa al Decollo (MOD), compresa tra i 4 Kg. e i 25 Kg. E così via.

Ovviamente, le Classi/Categorie erano riportate sugli Attestati di Pilota tramite le sigle sopra menzionate.

I corsi inoltre, “all’epoca”, coprivano in genere due classi, ad esempio VL/Mc e L/Mc, al fine di conferire al pilota più possibilità in relazione alle classi di pilotaggio.

Spazio aereo V70 – Riservato agli Aeromodelli

Infine, è opportuno menzionare, lo spazio aereo V70, che riguarda orami solo gli aeromodelli, visto che per i SAPR non ci sono questi limiti (eccetto i 120 A.G.L.). Lo spazio aereo V70 è infatti lo spazio aereo riservato agli aeromodelli che volano fino a d un massimo di 70 metri (A>G.L.) ed entro un raggio di 200 metri (ovvero un cilindro alto 70 metri con un diametro di 400 metri).

Ricordatelo se fate il patentino online!


Nota relativa alle immaginiLe immagini riportate nell’articolo sono tratte dal sito pixabay.com, libere per usi commerciali e senza richiesta di attribuzione. L’autore, comunque citato ne è il legittimo proprietario. L’uso delle immagini è esclusivamente ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dell’articolo. L’immagine in evidenza è stata realizzata da 4mydrone su una foto di base tratta dal sito pixabay.com, libera per usi commerciali, il cui autore è _freakware.

Torna su

Last Updated on/Ultimo aggiornamento – 27/08/2020

 520 visite / visits

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here