Home App per droni DJI Fly App – La Bibbia (Guida all’uso dell’App per DJI Mini 2 e non solo) – Parte 2

DJI Fly App – La Bibbia (Guida all’uso dell’App per DJI Mini 2 e non solo) – Parte 2

by Fabio Affortunato
Dj Fly App Parte 2
Reading time / Tempo lettura : 7 minutes / minuti


Nella prima parte della guida all’uso dell’App DJI Fly per iOS e Android, sono stare descritte le funzioni relative ai contenuti multimediali, social, help in linea e settings (vedi articolo del Blog “DJI Fly App – La Bibbia (Guida all’uso dell’App per DJI Mini 2 e non solo) – 1a parte“).

In questa seconda parte della guida, vengono analizzate e descritte le sub-funzioni presenti nei menù relativi alla funzione Go Fly, che è la funzione “core” dell’App DJI Fly per la gestione del drone. Ricordiamo che l’App DJI Fly è specifica per tre diversi modelli di droni della DJI

  • DJI Mavic Mini,
  • DJI Mavic Air 2,
  • DJI Mini 2.

DJI Fly App – Funzione Go Fly

Go Fly è funzione “core” dell’App DJI Fly, ed è quella che consente di gestire il drone ed effettuarne i settaggi più significativi.

L’accesso alla funzione Go Fly avviene tramite la schermata principale, selezionando il tasto in basso a destra che reca la scritta “Go Fly”.

Dji Fly App Screenshoot

Una volta cliccato il tasto sullo smartphone, si accede quella che è la cookpit del pilota e sullo schermo dello smartphone si potrà vedere ciò che la camera del drone vede in tempo reale, con alcune informazioni/funzioni aggiuntive riportate in alto, in basso e lateralmente rispetto lo schermo dello smartphone.

Dji Fly App Cookpit Screenshoot

App DJI Fly – Funzione Go Fly – Sub funzioni parte alta dello schermo

Innanzitutto, selezionando in alto a sinistra tramite l’icona “<” sarà possibile tornare alla schermata principale dell’App.

Dji Fly App Barra Superiore App

Cliccando invece su “Mode P” si potrà passare in una delle tre diverse modalità di volo:

  • Mode P (modalità normale),
  • Mode S (modalità sport),
  • Mode C (modalità Cinesmooth per riprese slow speed).

Nota importante: Poiché la descrizione dell’App DJI Fly oggetto di questo post è prevalentemente per il drone DJI Mini 2, è bene ricordate che il drone in questione è privo di sensori anticollisione e, come già detto in un precedente articolo del blog “Come posso utilizzare il DJI Mini 2?, il pilotaggio di questo drone non è facile. Quindi poiché il suo spazio di frenata dipende dalla modalità di pilotaggio, nel caso della modalità S è di circa 11 metri quindi fate molto attenzione per evitare di sbattere contro ostacoli. Stessa osservazione valida anche per la modalità Cinesmooth, dove lo spazio di frenata è maggiore in conseguenza dei movimenti più lenti del drone.

Nella parte superiore, le altre informazioni fornite dall’App DJI Fly, sono (con riferimento allo screenshoot) da sinistra verso destra:

  • In Flight – che indica lo stato drone in funzione della posizione, che può essere: radiocomando non connesso, Take off with caution, In flight, Take off permitted, etc.
  • Satellite e segnali – che fornisce informazioni sullo stato dei satelliti con il livello segnale (sistemi GPS + Glonass) ma non per il sistema Galileo,
  • Wi-Fi, che indica Il livello di connessione tra il radiocomando e il drone (Wi-Fi su bando 2.4 GHZ e 5.8 GHZ,
  • batteria, che indica il livello di batteria disponibile del drone e i minuti stimati di volo residui. Cliccando sull’icona si ottengono tuttavia delle informazioni aggiuntive (temperatura, capacita’ delle due celle di batteria, tempo di volo residuo) da un pop-up dedicato:

Dji Fly App Battery Pop Up

App DJI Fly – Funzione Go Fly – Funzioni parte sinistra dello schermo

In questa parte appare la funzione più importante che è quella per il decollo, rappresentata dal cerchio con la freccia in alto.

Cliccandoci sopra, si aprirà un pop-up dedicato che consentirà il decollo automatico del drone (e non quello attraverso gli stick del radiocomando).

Dji Fly App Decollo Drone

Il drone, una volta decollato, rimarrà in hovering a 1,2 metri in attesa dei comandi – via stick del radiocomando – da parte del pilota.

App DJI Fly – Funzione Go Fly – Sub Funzioni parte bassa dello schermo

Viceversa, con riferimento alla parte bassa dello schermo, troviamo altre informazioni tra cui quella relativa alla posizione, distanza e posizione del drone, e ai settaggi relativi alla fotocamera.

Selezionando infatti l’icona “Mappa” presente in basso a sinistra nello schermo dello smartphone, si aprirà una mappa che indicherà la nostra posizione; effettuando un ulteriore click su la mappa, questa si espanderà (riducendo la visione della camera del drone a un riquadro). Tramite il menù relativo, composto da quattro icone, verranno visualizzati ulteriori sub-menú.

Dji Fly App Menu Mappa

  • selezionando l’icona del “cerchio con la i“, verrà visualizzato un ulteriore sub-menù con la spiegazione delle aree di volo,

Dji Fly App Zone Volo

  • selezionando invece l’icona “gomma” si andrà a cancellare il percorso di volo del nostro drone sulla mappa,
  • attraverso la selezione dell’icona “location”, si andrà invece a selezionare la posizione del drone sulla mappa o in alternativa la posizione dell’home point (punto di decollo del drone),
  • la selezione dell’icona “freccia che punta a Nord”, consentirà di orientare la mappa verso il nord,
  • mentre con la selezione dell’ultima icona “layer” avremo la possibilità di selezionare il tipo di mappa di riferimento da utilizzare, ovvero “standard, “satellite” o “mixed”.

Con riferimento alla mappa, cliccando l’angolo in basso a destra sulla mappa sarà visualizzato il radar, che indicherà l’orientamento del drone in funzione della nostra posizione:

Dji Fly App Radar

A fianco alla “Mappa”. compaiono 4 set di diversi numeri che indicano rispettivamente (da sinistra verso destra):la velocità di ascensione (– m/s), la velocità orizzontale del drone (– m/s), l’altezza di volo dl drone (H — m) e la distanza del drone da noi (D — m).

Sul lato destro, sempre nella fascia bassa dello schermo, compaiono ulteriori possibilità di settaggio rapido e che sono:

  • AE – attraverso cui è possibile bloccare l’esposizione (visualizzata come N/A nella figura precedente);
  • ISO – per il settaggio relativo,
  • Otturatore – per il settaggio dello stesso,
  • EV – che consente la sovraesposizione o sottoesposizione dell’inquadratura, particolarmente utile se si utilizzano i filtri per la videocamera;
  • Infine attraverso l’icona “Macchina fotografica”, è possibile settare lo shutter speed, utile in relazione all’uso dei filtri, la ISO (consigliata a 100) e la compensazione dell’esposizione attraverso MM.

App DJI Fly – Funzione Go Fly – Funzioni parte destra dello schermo

In questa parte dello schermo appaiono la funzione di:

  • registrazione video (cerchio rosso),
  • settaggio parametri video – foto (icona foto),
  • anteprima filmati (icona video).

Selezionando “Video” sarà quindi possibile selezionare sia la risoluzione del filmato che i frame per secondo (variabili in relazione alla risoluzione scelta).

Dji Fly App Video settings

Cliccando invece su Foto, sarà invece possibile la foto singola o foto in sequenza attraverso il time shoot.

Dji Fly App Foto SettingApp DJI Fly – Funzione Go Fly – Impostazioni

Con riferimento alla schermata di base (vedi figura sopra), per accedere ai settaggi dell’App DJI Fly, bisogna selezionare i tre punti “” in alto a destra. Una volta cliccato sui tre punti si ottiene una schermata dove figurano tutti i settaggi che è possibile effettuare e con la scheda “Sicurezza” in primo piano:

Dji Fly App Sicurezza Settings

Tramite la scheda relativa alla “Sicureza” è possibile impostare:

  • massima altitudine di volo per il drone (che da regolamento europeo sui droni è 120 m),
  • massima distanza del drone rispetto al pilota (che da regolamento è VLOS quindi a vista),
  • altitudine RTH, che deve essere impostata in quanto rappresenta l’altezza a cui il drone si posiziona prima di effettuare l‘RTH (consigliata almeno 40 metri per evitare collisioni con ostacoli),
  • aggiornare il punto di ritorno nel caso avessimo cambiato posizione quando il drone in volo (in questo caso farà riferimento alla nostra posizione),
  • calibrare l’IMU (la centralina di volo che racchiude diversi sensori tra cui giroscopio e acceleromentro),
  • calibrare la bussola (per l’orientamento della prua) ed è fondamentale per il buon funzionamento dell’RTH,
  • ottenere info sullo stato della batteria del drone (seriale, ricariche, data di produzione),
  • sbloccare la zona Geo (attraverso l’account DJI),
  • impostare le opzioni di sicurezza avanzate per perdita di segnale, ritorno automatico, atterraggio e stazionamento (vedi anche articolo del Blog “DJI Fly 1.0.8 per Mavic Mini – Attenzione ai settaggi”),
  • trovare il drone – nel caso di caduta accidentale – (come descritto nella prima parte della guida, vedi articolo del Blog “DJI Fly App – La Bibbia (Guida all’uso dell’App per DJI Mini 2 e non solo) – 1a parte“).

Selezionando la scheda “Comandi“,

Dji Fly App Comandi Settings

si accede ad una serie di settaggi relativi a:

  • modalità di volo del drone (ovvero Cinesmooth, Nomrale o Sport), selezionabili anche dalla schermata del cookpit pilota,
  • unità di misura per la telemetria (metrico in metri, metrico in km e imperiale),
  • stabilizzazione del gimbal (follow – con stabilizzazione sui 3 assi oppure FPV – First Person View, in cui la telecamera seguirà i movimenti del drone),
  • impostazioni di stabilizzazione avanzate, con velocità e fluidità di beccheggio dello stabilizzatore,
  • calibrazione della stabilizzazione (automatica o manuale),
  • funzioni di settaggio del radiocomando per:
    • stick (modalità 1,2,3 o personalizzata), sia per lo stick destro che sinistro, (per l’impostazione fare riferimento al manuale operativo del drone).
    • calibrazione radiocomando,
  • tutorial di volo.

Attraverso la scheda “Fotocamera”, si accede invece ad una serie di settaggi relativi: alle foto, alla scheda SD e alle impostazioni di ripresa avanzata.

Dji Fly App Fotocamera Settings

In particolare da questa scheda è possibile:

  • formattare la scheda SD del drone,
  • impostare le modalità di ripresa avanzata
  • ripristinare i parametri della fotocamera.

Con riferimento alla impostazioni di ripresa avanzata, queste consentono di effettuare il setting per:

  • la visualizzazione dell’istogramma,
  • la visualizzazione di allarme sovraesposizione,
  • la visualizzazione delle griglie per l’inquadratura,
  • il bilanciamento del bianco,
  • la presenza di sottotitoli,
  • la cache di registrazione (per utilizzare una parte della cache dello smartphone),
  • il settaggio della massima cache video.

Dji Fly Impostazioni Ripresa Avanzate

Per il miglior utilizzo di questi settaggi si consiglia di eseguire delle prove per trovare l’assetto idoneo in base alle proprie esigenze.

La scheda “Trasmissione”, consente settare il tipo di frequenza (2.4 e 5.8 GhZ) utilizzata per la trasmissione Wi-Fi in base alla frequenza e ai canali. Si consiglia di lasciare il settaggio in Auto per un migliore utilizzo.

Dji Fly Trasmissioni Settings

Infine l’opzione “Informazioni” consente varie mini-settaggi come ad esempio dare il nome del drone, vedere che tipo di drone si sta utilizzando, aggiornare il firmware del drone o del radiocomando, aggiornare il DB FlySafe, vedere la versione del’App DJI Fly corrente, vedere i S/N della batteria, della centralina di volo, del radiocomando e della fotocamera.

Dji Fly Informzioni Settings

Conclusioni

L’App DJI Fly è senza dubbio un’App completa e notevolmente più user firiendly rispetto ad esempio alle App per iOS e Android DJI Go 4 o DJI Go, rilasciate da DJI per i suoi droni.

L’attenzione posta e gli aggiornamenti fanno ben sperare per DJI Fly in considerazione che anche se nata prima è proprio “cucita” sul drone DJI Mini 2.

Articoli correlati:

La guida eBook, comprensiva della due parti presenti nel Blog di 4mydrone com posts, sarà pubblicata in formato pdf per il download prossimamente.


Nota relativa alle immagini:  L’immagine in evidenza è stata realizzata da 4mydrone su una immagine di base tratta da pixabay.com, libera per usi commerciali e senza richiesta di attribuzione. L’autore è Michael Kauer. Le icone relative all’App DJI Fly iOS e DJI Fly Android sono di proprietà dello sviluppatore. Le immagini relative agli screenshoot delle singole funzioni dell’App DJI Fly sono tratte dal dispositivo personale iOS. Le icone relativeL’uso delle immagini è esclusivamente ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dell’articolo. 

Torna su

Last Updated on/Ultimo aggiornamento – 12/01/2021

0 comment
0

Related Posts

Leave a Comment

In questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy