DJI Fly 1.0.8 Attenzione Settaggi
Reading time / Tempo lettura : 3 minutes / minuti

DJI Fly – App per il Mavic Mini

Come sapete, la DJI ha realizzato un’App specifica per il pilotaggio del suo piccolo drone da 249 grammi il DJI Mavic Mini. L’App, denominata DJI Fly, è disponibile negli store online Google Play e Apple Store. Le funzionalità dell’App, per le due versioni dei S.O. sono descritte nelle relative schede DJ Fly iOS e DJI Fly Android.

La nuova versione, rilasciata lo scorso 27 Marzo, oltre ad introdurre maggiore stabilità, soluzione di piccoli bug, ha introdotto una nuova opzione, potenzialmente molto pericolosa, per quel che riguarda l’ RTH ovvero il Return To Home.

Scopo della funzione RTH

La funzione RTH – ovvero Return To Home – è una funzione che consente di richiamare il drone, in questo caso il DJI Mavic Mini, alla posizione di decollo con la pressione del tasto fisico sul radiocomando, o con la selezione sullo schermo dello smartphone del medesimo tasto. Il drone quindi, rintonerà a casa (ovvero all’home point).

Attivazione RTH – DJI Fly

La funzione RTH, quindi come procedura automatica, può essere attivata in relazione a queste tre casistiche:

  • quando viene ravvisata la circostanza di necessità di ritorno del drone nella posizione di partenza per scelta del pilota. Si ricorda che durante questa fase il DJI Mavic Mini può essere manovrato dal pilota. Inoltre la procedura di ritorno può essere interrotta in qualsiasi momento;
  • quando la batteria del drone raggiunge un livello basso e la situazione viene notificata la pilota dal drone. Ed opportuno quindi far rientrare il drone altrimenti questo potrebbe atterrare in una zona distante dalla vostra posizione e potenzialmente pericolosa;
  • quando si perde il segnale tra il DJI Mavic Mini ed radiocomando per almeno 11 secondi. In questo caso la procedura (failsafe), si attiva automaticamente. La procedura può essere tuttavia cancellate dal pilota se la connessione tra radiocomando e drone si ristabilisce.

Settaggi RTH nella versione precedente di DJI Fly (1.0.6)

Nella versione 1.0.6 dell’App DJI Fly, nelle impostazioni sotto la voce “Sicurezza” > “Sicurezza avanzata”, c’era la possibilità di arrestare i motori del DJI Mavic Mini in due casi: “Solo emergenze” oppure “Sempre”.

Advanced Setting DJI Fly 1.0.6
Advanced settings App DJI Fly 1.0.6 – Screenshoot App

Il settaggio quindi, definiva ben chiaramente i due scenari possibili senza ambiguità e senza che il drone potesse sfuggire dal controllo del pilota.

DJI Fly – Cambi della versione 2.0.8

Con riferimento quindi alla situazione di failsafe, descritta precedentemente, ovvero quando si perde il segnale tra il DJI Mavic Mini ed radiocomando per almeno 11 secondi, la nuova versione dell’App DJI Fly, introduce tre possibili azioni che il drone può eseguire quando viene riscontrata la perdita di segnale tra drone e radiocomando:

  • Ritorno automatico: attiva il ritorno automatico (RTH classico),
  • Atterra: fa atterrare direttamente il drone dove si trova,
  • Staziona: farlo stare in hovering volo stazionario (fino al ritorno del segnale).
Advanced Setting DJI Fly 1.0.8
Advanced Setting DJI Fly 1.0.8 – Le tre opzioni per RTH – Screenshoot App

Con rifermento quindi alla opzione “Atterra” questa è potenzialmente molto pericolosa perché, se attiva, farà atterrare il drone ovunque esso si trovi, con la possibilità concreta sia di creare problemi che di perdere il drone.

Questa opzione quindi e senza dubbio da non selezionare nelle opzioni idi sicurezza avanzate, anzi accertatevi prima di volare, di avere selezionato la prima opzione “Ritorno automatico”, se non volete correre il rischio di perdere il drone o creare indicenti.

Settaggi per un corretto RTH

Al fine di assicurarsi il ritorno del vostro DJI Mavic Mimi alla posizione di decollo è fondamentale, una volta acceso il drone, far acquisire a questo la l’home point. Questa attività, una volta completata, è chiaramente indicata dal lampeggiamento della luce verde sul drone.

E’ bene anche ricordare che l’home point può essere “aggiornato” nel caso in cui vi spostiate e vogliate  che il drone tenga conto di questo per tornare verso di voi in caso di necessità.

Ancora, nota importante è fissare una altezza RTH sempre più alta rispetta alla quota dove ci troviamo perché il DJI Mavic Mini non ha sensori. In questo modo con una RTH più alta – anche 40 metri -, si eviterà l’impatto con ostacoli come tralicci, alberi, linee di tensione, etc.

RTH Setting DJI Fly
Settaggio alteza RTH – Screenshoot App

Nota finale

Nel caso sfortunato che non abbiate cambiato il settaggio ed il drone atterra dove si trova vi ricordo che tramite l’App nella tab “Sicurezza” > “Trova il mio drone” è possibile individuare l’ultima posizione del Mavic Min, e tramite le coordinate GPS e con find my drone è possibile rintracciare drone, sfruttando anche il segnale acustico emesso dal drone se questo è ancora acceso.


Nota relativa alle immagini: Le immagini riportate nell’articolo sono screenshoot tratti dall’App DJI Fly (vers.1.06 e 1.08). Lo sviluppatore dell’App ne è il legittimo proprietario. L’uso delle immagini è esclusivamente ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dell’articolo. L’immagine in evidenza è realizzata da 4mydrone.

Torna su

Last Updated on/Ultimo aggiornamento – 20/04/2020

 1,712 visite / visits

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here